PRIMO PIANO

L'Economia, l'Agricoltura, l'allevamento e la pesca. Tutte risorse che la Puglia ha saputo, nel corso dei secoli, sfruttare a dovere. Famosa nel mondo per la sua produzione agricola e per il suo Turismo, la Puglia risulta una delle Regioni del Sud Italia più attive e produttive. continua

TERRITORIO

Amministrazione

Bari

Brindisi

Cultura

Economia

Eventi

Foggia

Gastronomia

Hotel alloggi appartamenti

Lecce

Taranto

Trasporti

Turismo

Vacanze Alberobello

Vacanze Gallipoli

Vacanze isole Tremiti

Vacanze Leuca

Vacanze Ostuni

Vacanze Otranto

Vacanze Peschici

Vacanze Porto Cesareo

Vacanze Vieste


NEWSLETTER
Per fare affari sul web
clicca qui é gratis!!

HOME >> TERRITORIO

Tutti i principali mezzi di collegamento della Puglia I Trasporti in Puglia
Tutti i principali mezzi di collegamento della Puglia
La posizione strategica e il commercio fiorente che sgorga dai suoi porti fanno della Puglia una Regione che per antonomasia risulta ben collegata con il Resto d'Italia e con i Paesi baltici. Da questa Regione partono infatti ogni giorno una vasta quantità di traghetti che collegano in maniera efficente le nostre coste.

Trasporti
La Puglia presenta una notevole dotazione infrastrutturale: è attraversata dall'Autostrada A14, dall' Autostrada A16 e da numerose strade statali; i servizi ferroviari sono realizzati sulle linee delle Ferrovie dello Stato, delle Ferrovie del Sud Est, delle Ferrovie del Nord Barese, delle Ferrovie del Gargano e delle Ferrovie Appulo Lucane; vi si trovano numerosi porti commerciali e turistici, tra i quali risaltano quelli di Bari, Brindisi e Taranto. Il trasporto aereo è assicurato dagli aeroporti civili di Bari, Brindisi e Foggia. In questi ambiti la Regione Puglia promuove attività di ricerca e monitoraggio per la pianificazione di politiche finalizzate alla realizzazione di grandi opere e interventi per la difesa del suolo, la salvaguardia delle risorse idriche e la tutela delle acque. Sostiene lo studio e il finanziamento di opere strutturali finalizzate al potenziamento dei servizi di trasporto pubblico locale.

PER APPROFONDIRE
Marozzi 
Marino autolinee
Sita
CTP Taranto
Autostrade SPA

Aeroporti
Il Nuovo Aeroporto Internazionale di Bari "Karol Wojtyla", si candida a divenire a pieno titolo elemento essenziale nel processo di sviluppo di un’area che, tra quelle del Mezzogiorno d’Italia, si caratterizza per la sua particolare dinamicità economica. L'area aeroportuale di Bari, dispone di una nuova aerostazione passeggeri che si sviluppa su un’area di circa 30.000 metri quadrati distribuiti su cinque livelli, e realizzata secondo i più rigorosi standards di sicurezza ed efficienza operativa, che ne fanno a pieno titolo una delle più importanti strutture del panorama aeroportuale italiano. Per controllare il piano dei voli delle compagnie aeree visita il sito web della società di gestione degli aeroporti pugliesi di Bari, Brindisi, Foggia (voli interni per le Isole Tremiti) e Taranto (attualmente privo di collegamenti).

PER APPROFONDIRE
Aeroporti di Puglia Spa 

Ferrovie
La storia delle Ferrovie del Sud Est è la storia di un'azienda che dal 1931 si è evoluta di pari passo con lo sviluppo della Penisola. Da più di settant'anni viaggiare in Puglia significa viaggiare con le Ferrovie del Sud Est. Le Ferrovie del Sud Est sono la maggiore azienda di trasporto pubblico operante nella regione Puglia. Uniscono il capoluogo di regione, Bari e gran parte della sua provincia, alle province di Brindisi, Lecce e Taranto, costituendo, così, un ramificato tessuto di comunicazione. La rete ferroviaria, con i suoi 474 km. di linea, costituisce, dopo le Ferrovie dello Stato (cui è interconnessa), la più estesa rete omogenea italiana; essa attraversa le quattro province meridionali della Puglia, collegando fra loro i capoluoghi di Bari, Taranto e Lecce, nonchè 85 Comuni del loro circondario. 

PER APPROFONDIRE
Trenitalia

Ferrovie Appulo–Lucane 
Ferrotramviaria – Ferrovie del Nord-Barese
Ferrovie del Sud-Est 
Ferrovie del Gargano  

Il Porto di Bari
Situata in posizione strategica, Bari è da sempre un grande emporio commerciale. Con le crociate la città subisce nuovi impulsi proprio in ambito commerciale, confermando il suo naturale ruolo di principale porto di esportazione di prodotti agricoli del suo ricco entroterra. Proprio in questo periodo iniziano a consolidarsi gli scambi commerciali con l’alto Adriatico. Soltanto con il XVIII secolo la città di Bari riprende con rinnovato slancio la funzione commerciale attiva, con il porto che consolida il suo storico ruolo di referente del ricco entroterra agricolo. In questo periodo il ceto mercantile attivo fonda le sue attività soprattutto sulle esportazioni. Questa nuova borghesia mercantile affermatasi all’indomani della Restaurazione, consolida competenze ed acquisizioni delle pratiche commerciali ad un livello tale da conseguire il risultato di monopolizzare i traffici più lucrosi della regione. Per loro iniziativa, nel secondo periodo borbonico si ha la costituzione di una camera di commercio, l’istituzione di una scuola nautica, la prima del Regno in Adriatico, nonché la ideazione e la costruzione di un nuovo porto artificiale.

PER APPROFONDIRE
Autorità Portuale di Bari 
Autorità Portuale di Brindisi 
Autorità Portuale di Taranto

Copyright © 2008-2015 Vietato riprodurre i contenuti senza autorizzazione. | Chi siamo | Assistenza | Disclaimer | Informazioni sulla privacy | Dati societari art. 42 Legge 88/2009